Seminari

seminari

Da Padova a Bari: i seminari territoriali in vista del Forum

Per un’etica civile: partiva da questo obiettivo, nel 2013, il primo Forum nazionale di Etica civile, svoltosi a Padova al termine di un cammino di studio e preparazione avviato due anni prima dalla Fondazione Lanza, con l’obiettivo di individuare principi e valori del comune vivere civile nel segno della corresponsabilità e della convivialità, e valorizzando anche percorsi e buone pratiche emergenti.

A tre anni di distanza da quel primo appuntamento il cammino è ripreso e ha coinvolto, accanto alla Fondazione Lanza, altre importanti realtà: Aggiornamenti Sociali, Associazioni Cercasi un fine, Associazione Incontri, Centro Studi Bruno Longo, FOCSIV, Il Regno e Istituto Pedro Arrupe (clicca per una descrizione dei promotori).

In questi anni si è intessuta infatti una rete di contatti e di dinamiche che insieme hanno deciso di promuovere il secondo Forum nazionale di Etica civile, che si tiene a Milano l’1 e 2 aprile 2017 (presso la Fondazione Culturale San Fedele), sul tema Etica civile: cittadinanza… e oltre?

Per preparare il Forum nazionale sono stati pensati e organizzati quattro seminari distribuiti nel territorio nazionale per approfondire alcune tematiche specifiche – ambiente; comunicazione; religione; politica – declinate nell’impegno civile e nelle buone pratiche già esistenti. In ciascun seminario sono confluite una serie di proposte e iniziative esistenti nel territorio italiano frutto della risposta al call for paper avviato dagli enti promotori nel febbraio 2016, in cui si chiedeva a un’ampia platea di soggetti la loro disponibilità a partecipare al percorso: hanno risposto 120 soggetti con oltre 90 proposte di contributo.

I quattro seminari si sono svolti rispettivamente a Padova (8 ottobre, Per una nuova cittadinanza ecologica. Economia, ambiente e impegno civile); Palermo (24 ottobre, Comunicazione ed Educazione); Firenze (12 novembre, Religione/religioni) e Bari (26 novembre, Ritrovare la politica).

Il Forum e il processo partecipato di preparazione perseguono un duplice obiettivo: portare un contributo alla definizione di alcune linee di riferimento per una rinnovata etica civile, in ambiti strategici come la cittadinanza, la politica, l’economia, l’ambiente, la comunicazione, l’educazione, le religioni; dare visibilità e valorizzare esperienze e pratiche che favoriscano la positiva interazione tra i cittadini, contribuendo alla costruzione di processi di convivenza in cui trovi espressione la costitutiva dimensione sociale di ogni comunità.

Tutto ciò dando voce a una società civile vitale, impegnata concretamente e quotidianamente per il bene comune attraverso buone pratiche di cittadinanza attiva, di accoglienza e solidarietà, di formazione all’impegno sociale e politico, di cura per l’ambiente e i beni comuni.